Il cambiamento climatico equivale a piogge più forti


Mentre il mondo continua a scaldarsi, è probabile che le parti più piovose del mondo diventino più umide, secondo un nuovo studio su Science . Gli abitanti del deserto, tuttavia, probabilmente vedranno la poca pioggia che ricevono secca, poiché la pioggia diventa ancora più concentrata nelle aree ad alta precipitazione. Gli

Mentre il mondo continua a scaldarsi, è probabile che le parti più piovose del mondo diventino più umide, secondo un nuovo studio su Science . Gli abitanti del deserto, tuttavia, probabilmente vedranno la poca pioggia che ricevono secca, poiché la pioggia diventa ancora più concentrata nelle aree ad alta precipitazione.
Gli scienziati dell'atmosfera Richard Allan dell'Università di Reading in Inghilterra e Brian Soden dell'Università di Miami hanno esaminato le registrazioni satellitari delle piogge giornaliere che risalgono al 1987 per vedere come le temperature più calde avevano influito sulle precipitazioni. Questo è uno dei principali cambiamenti climatici attesi dall'aumento dei livelli di gas serra nell'atmosfera. I ricercatori si sono specificamente concentrati su El Niño, il riscaldamento delle acque del Pacifico tropicale che aumenta la pressione dell'aria, cambia i venti e ricorre ogni pochi anni.
Il modello meteorologico causa inondazioni in alcune aree e siccità in altre mentre cambia il clima in tutto il mondo nel tempo - e quindi è una buona posizione per il riscaldamento globale.
"Per il periodo che abbiamo esaminato, dal 1987 al 2004, c'è stata una chiara relazione tra gli eventi caldi di El Niño e l'aumento del verificarsi di forti precipitazioni", dice Soden. Tali "eventi saranno certamente più frequenti in un clima più caldo".
Ad esempio, altre ricerche hanno dimostrato che le tempeste monsoniche che scaricano sei pollici (150 millimetri) o più di pioggia sull'India sono diventate più comuni dagli anni '50.
Le osservazioni satellitari concordano con le previsioni di vari modelli di computer. Il gruppo di esperti intergovernativi dell'ONU sui cambiamenti climatici si aspetta che tali cambiamenti possano devastare l'agricoltura, la salute umana e l'ambiente naturale.
Ma lo studio della Scienza rivela anche che le proiezioni al computer possono sottovalutare la gravità di tali acquazzoni. I mari più caldi hanno provocato tre volte più forti tempeste di pioggia che i modelli avrebbero previsto, e altri studi hanno dimostrato che tali modelli non tengono conto del rapido aumento del vapore acqueo nell'atmosfera.
"È molto probabile che le forti piogge diventeranno più comuni e più intense in un mondo di riscaldamento", dice Allan. "È troppo presto per dire di quanto i cambiamenti del mondo reale nelle precipitazioni supereranno le proiezioni dei modelli climatici".