Ricci di mare di allevamento


Immagine: SCOTT C. FRANCIA Una volta respinti dai pescatori della Nuova Inghilterra che li consideravano i pungenti insetti che avevano devastato le preziose popolazioni di aragoste, i sentimenti verso i ricci di mare verde si sono spostati in modo piuttosto drammatico. In effetti, verso la fine degli anni Ottanta le vendite di ricci di mare erano in piena espansione, a causa di un grande mercato giapponese di uova di ricci o di uni

Immagine: SCOTT C. FRANCIA

Una volta respinti dai pescatori della Nuova Inghilterra che li consideravano i pungenti insetti che avevano devastato le preziose popolazioni di aragoste, i sentimenti verso i ricci di mare verde si sono spostati in modo piuttosto drammatico. In effetti, verso la fine degli anni Ottanta le vendite di ricci di mare erano in piena espansione, a causa di un grande mercato giapponese di uova di ricci o di uni. Soddisfare tale richiesta, tuttavia, ha comportato un significativo declino delle popolazioni di ricci. In effetti, la popolazione dell'anno scorso è stata la più piccola da quando è iniziato il monitoraggio nel 1983. Ora, nel tentativo di rianimare l'industria di monelli del Golfo del Maine, i ricercatori stanno cercando nuovi modi per coltivarli.

Nello specifico, lo zoologo dell'Università del New Hampshire (UNH) Larry G. Harris sta cercando il modo più efficace per produrre globalmente i monelli nei vivai. Le creature devono essere coltivate fino a quando raggiungono una certa dimensione, quindi Harris sta sperimentando diversi tipi di contenitori in crescita. Ha anche lavorato con gli studenti per sviluppare un sistema di crescita dei ricci. Se tutto andrà bene l'università avrà un vivaio di acquacoltura di ricci attivi entro il 2002. Ma c'è una seconda parte del problema. Perché la conservazione dei ricci è costosa e laboriosa, devono essere rilasciati nell'oceano una volta raggiunta una certa dimensione. Tuttavia, coordinare tale disseminazione con l'insediamento naturale dei ricci selvatici nel Golfo del Maine significa liberarli in giugno o luglio, quando i loro predatori sono più attivi.

Un precedente impianto potrebbe disturbare i cicli riproduttivi dei ricci, che sono collegati alla loro esposizione giornaliera alla luce o al fotoperiodo. Ma i ricercatori dell'UNH Charles Walker e Michael Lesser sono riusciti a convincere i ricci di mare a riprodursi in momenti diversi durante l'anno, manipolando la loro esposizione alla luce. Quindi gli impianti invernali potrebbero non essere lontani. Walker ha anche sviluppato tecniche volte a produrre umi ottimale. Le uova sono commercializzabili solo durante una certa fase del ciclo riproduttivo del monello - ma manipolando il fotoperiodo, può essere possibile avere un unico ottimo disponibile in ogni momento.